Perché andare dallo psicologo?

Non sono mica matto!

E poi cosa potrà mai fare per me?


Quattro chiacchiere! Esco, le faccio con un amico al bar!

Cosa ne potrà mai sapere un estraneo della mia vita?!

Quando una persona entra nel mio studio la prima domanda che faccio è: Perché ora?

Non vado alla ricerca di colpevoli né di capri espiatori, io davvero so molto poco della sua vita e se dovesse raccontarmi tutto ci vorrebbe chissà quanto tempo...

E' esattamente questa la ragione per cui il mio primario interesse è rivolto a cosa sta accadendo nel presente, cosa sta cambiando o cosa vorrebbe cambiare.

E mentre la persona che ho di fronte risponde alla mia domanda, io ne pongo a me stessa un'altra: come posso aiutare questa persona (o queste persone) a sfruttare al meglio tutte le risorse e gli strumenti che già hanno, ma non conoscono o forse usano male?


A molti sento dire 
"Io non credo nella psicologia", come si trattasse di una sorta di arte divinatoria, lettura delle carte, una specie di religione.

La psicologia è tutt'altro che una questione di fede, non è nulla di astratto. Essa ha a che fare con la piena concretezza della vita; aiutare un individuo a sviluppare, sfruttare al meglio le proprie risorse personali e relazionali è il più concreto dei lavori che punta al più concreto dei risultati: la salute e il benessere, essere soddisfatti e vivere appieno la propria vita.


Molti sono i fattori che possono minacciare lo stato di benessere dell'individuo, di una coppia, di una famiglia, e causare periodi di disagio e malessere più o meno lunghi, più o meno profondi.

Si tratta di eventi consuenti nel corso di una vita (un nuovo lavoro, l'educazione dei figli, la nascita di un fratellino) o inattesi (un lutto, una malattia, una separazione), ciascuno di essi ci mette alla prova e non sempre si riesce a superarli da soli. Chi bussa alla mia porta molto raramente è un matto...chi chiede un consulto con uno psicologo soffre dello sfinimento di strategie che hanno smesso di funzionare e con l'aiuto di un esperto può sperimentare modi che stanchino meno e portino ad un maggiore benessere.

E' questo che rende differente lo psicologo dall'amico.
Non si tratta solo di una garanzia di accoglienza e privacy, di fondamentalmente differente c'è che il professionista psicologo è in possesso di strumenti che permettono di cercare e sperimentare INSIEME all'altro il miglior adattamento possibile.

A chi mi chiede come faccio a sopportare questo lavoro, a tollerare il continuo racconto "delle disgrazie delle persone", rispondo che invece questo è il lavoro più bello del mondo, perché è un costante laboratorio dove si costruiscono speranze e possibilità e ogni giorno, insieme a tutte le persone che incontro, faccio la meravigliosa esperienza che non esistono problemi insuperabili, ma solo problemi per i quali non si è ancora trovato l'adattamento migliore.

 

 

Add comment


Security code
Refresh

Sul sito adesso...

We have 64 guests and no members online

Statistiche

Articles View Hits
360458

Contatti

Ada Moscarella
Psicologa - Psicoterapeuta
Firenze
P.I. 03857160612
Tel: 334 9057714 Email: ada.moscarella@libero.it 

Saturday the 19th. NON IMPORTA QUANTE RISORSE HAI SE NON SAI COME UTILIZZARLE!

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information